Claudio Vercelli legge con «molta preoccupazione» l'astensione del centro-destra sulla Commissione proposta dalla senatrice Segre contro il razzismo e l'istigazione all'odio   

«Ciò che è successo in Senato é grave e va al di là del fatto in sé. Siamo di fronte a un calcolo sottile e molto preciso di forze politiche che si stanno radicalizzando attorno a tematiche come la sicurezza e l’immigrazione e che colgono come un’opportunità per alimentare il consenso, le difficoltà che il Paese sta attraversando». Lo storico Claudio Vercelli, esperto dei regimi totalitari e autore di Neofascismi, una sorta di viaggio nella destra radicale, passa ai raggi X l’astensione del centro-destra sulla Commissione Segre (per contrastare i fenomeni dell'intolleranza, del razzismo, dell'antisemitismo, dell'istigazione all'odio e alla violenza), trovandovi elementi di «grande preoccupazione».

Per continuare a Leggere, clicca sulla pagina di Avvenire

L'assise si avvia alla sua chiusura. Mercoledì e giovedì sarà elaborata la bozza del documento conclusivo. Venerdì la presentazione in aula e sabato il voto
   
«Nessuno può dire “io non c’entro”. Non far nulla vuol dire rendersi complici della distruzione». Di fronte alla sistematica distruzione del pianeta – la nostra casa comune, l’unica che abbiamo –, la Chiesa non può sottrarsi all’imperativo di scuotere le coscienze. Dei cattolici, in primo luogo e, al contempo, di tutte le donne e gli uomini di buona volontà, di cui è in gioco la vita stessa. In questo panorama drammatico, il Sinodo sull’Amazzonia è un faro di speranza.

Per continuare a Leggere, clicca sulla pagina di Avvenire

C’è un mantra che sta rovinando l’Italia da più di vent’anni, in un Paese ipocrita da sempre, e da sempre diviso fiscalmente tra "furbi" e "fessi". Con la politica anche in queste ore dilaniata (se di governo) e mobilitata (quando di opposizione) a carezzare i "furbi", e mai a porsi davvero il problema dei "fessi".

E questo mantra è: «Meno tasse». Che nessuno è mai in grado di abbassare, perché per farlo bisognerebbe farle pagare ai cosiddetti "furbi", cioè i fiscalmente disonesti, e nessuno lo vuol fare, perché il calcolo è sempre la meschinità della propria partita Iva elettorale: "Quanto mi costa in termini di consenso?". E così le tasse continuano a pagarle, come devono, i "fessi" cioè soprattutto (anche se non solo) i cittadini a reddito fisso e i pensionati.

Per continuare a Leggere, clicca sulla pagina di Avvenire

L’odierna "Giornata Missionaria Mondiale" (GMM) rappresenta il culmine del "Mese Missionario Straordinario" indetto da Papa Francesco per celebrare il centenario della promulgazione della Lettera Apostolica Maximum Illud, con la quale Benedetto XV desiderò dare nuovo slancio alla responsabilità missionaria di annunciare il Vangelo. È un’occasione privilegiata per fare memoria del Mandatum Novum affidato duemila anni fa agli apostoli, nella consapevolezza che i credenti – come recita lo slogan della GMM 2019 – sono "Battezzati e Inviati" per vocazione.

Per continuare a Leggere, clicca sulla pagina di Avvenire

Hanno contato più di mille persone morte nel 2019 nel tentativo di attraversare il Mediterraneo. Due terzi dei morti e dispersi sono partiti dal Nord Africa diretti in Italia. I numeri servono a inquadrare meglio le immagini terribili dei corpi adagiati sul fondo del mare al largo ancora una volta di Lampedusa. Sono la memoria dell’ultimo naufragio, la strage delle donne avvenuta il 7 ottobre. Certo, la notizia che a 60 metri di profondità una madre ivoriana è stata vista stendere le braccia come a cingere nell’ultimo abbraccio il suo bambino annegato insieme a lei, ha destato almeno l’interesse di alcuni media pochi giorni fa. Ieri si è scoperto che la donna, tragedia nella tragedia, aveva due figli, uno di otto mesi l’altro di quattro anni. Stendendo le braccia ha provato disperatamente a proteggere per l’ultima volta entrambi mentre la barca affondava, a cullarli per l’ultimo sonno. Le immagini hanno sconvolto persino i sommozzatori della Guardia Costiera che al largo delle Pelagie stanno compiendo un’opera eccezionale. 

Per continuare a Leggere, clicca sulla pagina di Avvenire

About Us

Decanato Sesto San Giovanni Decano don Leone Nuzzolese Riproduzione solo con permesso. Tutti i diritti sono riservati
Via XX Settembre, 72 - 20099 – Sesto San Giovanni (Mi)
tel. 02.22472724 - fax 02.24410370
sangiuseppe.ssg@gmail.com